Info Flash

circolare operativa n. 14-2018

21 Dicembre 2018

Dal 1° gennaio acquisti di carburante senza scheda

A partire del 1° gennaio 2019, la documentazione degli acquisti di carburante da parte dei titolari di partita iva dovrà avvenire mediante fattura elettronica, per ricevere la quale è necessario comunicare i propri dati anagrafici e fiscali all’impianto stradale di distribuzione, così da ricevere la fattura elettronica all’indirizzo telematico (PEC o codice destinatario), se questo è stato registrato preventivamente oppure, in assenza di indirizzo telematico registrato, reperirla nell’apposita area del sito dell’Agenzia.

A tali fini, è opportuno (anzi, necessario nei casi di chiusura dell’impianto), dotarsi del c.d. QR-code, che consente al distributore di acquisire automaticamente, grazie ad un apposito lettore, i dati anagrafici, il numero di partita iva e l’indirizzo telematico dell’acquirente. Rimane fermo l’obbligo di effettuare il pagamento mediante mezzi tracciabili (bonifici, assegni, carte di credito, carte di debito, carte prepagate).

Circolare operativa n. 13/2018

17 Dicembre 2018

Il D.M. 12 dicembre 2018 ha fissato dal 1° gennaio 2019 il saggio degli interessi legali (art. 1284 cod. civ.) al 0,8% (0,3% fino al 31.12.2018).

Ai fini fiscali, il saggio legale è determinante, ad esempio, per il calcolo degli interessi dovuti in caso di ravvedimento operoso, calcolati dal giorno successivo a quello di scadenza fino al giorno di pagamento e per il prospetto dei coefficienti che il ministero dell’Economia deve approvare per il calcolo del valore dell’usufrutto e delle rendite ai fini dell’imposta di registro.
Il saggio legale non è da confondere con il tasso annuale degli interessi di mora, pari al 3,01%, (dal 15 maggio 2018) dovuto da chi paga in ritardo le somme iscritte a ruolo, ingiustificatamente superiore a quello che l’Amministrazione Finanziaria (2%) riconosce sui ritardi nei rimborsi.