Pubblicazioni

DIRITTO FALLIMENTARE

Gennaio 2022

TRATTAMENTO DEI CREDITI CONTESTATI NEL CONCORDATO PREVENTIVO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI CREDITI ERARIALI

La documentazione contabile presentata dal debitore con la domanda di concordato preventivo richiede l’applicazione degli artt. 2423 ss. c.c., interpretati ed integrati, sul piano della tecnica, dai principi contabili statuiti dall’OIC. Il giudice delegato può ammettere provvisoriamente i crediti contestati muniti di titolo esecutivo, anche se la loro esistenza non è giudicata probabile, ma al solo fine del voto. Se trattasi di crediti erariali, tuttavia, essi devono essere, comunque, provvisoriamente ammessi al voto, a meno che siano stati annullati con sentenza ancorché non passata in giudicato; in questo caso, infatti, viene a mancare il titolo esecutivo.

BOLLETTINO TRIBUTARIO

Dicembre 2021

Un'ulteriore bocciatura all'equazione corrispettivo di compravendita immobiliare uguale al valore definito ai fini dell'imposta di registro.

Articolo del dott. Giuseppe Verna su Bollettino Tributario n. 23/2021

BOLLETTINO TRIBUTARIO

Ottobre 2021

Nelle operazioni di calciomercato rivestono un ruolo spesso rilevante le negoziazioni tra società sportiva e calciatore (e agente sportivo) per la gestione dei diritti di immagine, talvolta genuine ma sovente finalizzate a canalizzare nel modo fiscalmente più efficiente l’imposizione sui compensi complessivamente accordati al calciatore. Il problematico trattamento fiscale delle diverse fattispecie che si presentano nell'esperienza professionale ha ispirato l'articolo pubblicato da Stefano Verna sul Bollettino Tributario n.19.

MILANO FINANZA

Settembre 2021

Negli ultimi anni il legislatore ha spinto la ripresa economica concedendo diversi crediti d’imposta, ma il fisco va ora alla ricerca dei contribuenti che non dispongono di esaustive pezze giustificative sulla spettanza dei bonus usufruiti. Lo studio verna suggerisce come i contribuenti corretti possano, sia preventivamente sia dopo avere subito la contestazione, difendersi ed evitare pesanti sanzioni.

Adeguati assetti per le PMI

Luglio 2021

Una guida per una corretta gestione organizzativa, amministrativa e contabile - di Laura Restelli, Marco Rubino, Alessandro Turchi, Giuseppe Verna e Stefano Verna

E-BOOK GLI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI, AMMINISTRATIVI E CONTABILI

E-BOOK GLI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI, AMMINISTRATIVI E CONTABILI

Giugno 2021

OrAmCo è l’acronimo che consente di rappresentare l’interconnessione esistente tra Organizzazione, Amministrazione e Contabilità aziendali ovvero gli assetti sui quali si articola la gestione di un’impresa: in misura adeguata alle sue dimensioni e natura.

 

ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI, AMMINISTRATIVI E CONTABILI – Guida per le PMI e i Professionisti – è un ebook curato da studio verna ed edito dal Gruppo Maggioli che si prefigge di offrire un aiuto concreto soprattutto alle PMI, indicando – attraverso un’esposizione che spazia tra disciplina civilista e concorsuale e fa leva soprattutto su strumenti di tecnica aziendale – la via che esse possono perseguire nell’immettersi nel nuovo e promettente mercato che sta nascendo al termine del periodo epidemico.

ITALIA OGGI

Maggio 2021

La cessione di beni rivalutati fiscalmente nel triennio successivo rende inefficace la rivalutazione ai fini della determinazione delle plusvalenze ma non comporta la ripresa degli ammortamenti medio tempore dedotti.

Articolo di Stefano Verna su Italia Oggi dell’11 maggio 2021.

BILANCIO E REVISIONE

Marzo 2021

Le misure emergenziali in materia di “perdite rilevanti” - di Stefano Verna e Stefano Trettel

Gli effetti generati dalla pandemia sul tessuto imprenditoriale del Paese hanno imposto al legislatore l’adozione dimisure eccezionali, sia con riguardo all’entità delle risorse impiegate, sia in relazione alla loro natura derogatoria rispetto a canoni ormai consolidati. Oggetto del presente intervento sono le disposizioni recate dall’art. 6 del “Decreto liquidità”, recante “disposizioni temporanee inmateria di riduzione del capitale”: l’originario testo è stato integralmente sostituito dalla Legge di bilancio per il 2021; le modifiche, sebbene abbiano risolto parecchie criticità, non sono valse a sgombrare il campo da tutti i dubbi originati da una tuttora infelice formulazione letterale così come dalla carenza di un idoneo regime transitorio, cosicché non resta che auspicare una quanto più sollecita possibile interpretazione ufficiale che valorizzi adeguatamente la ratio ispiratrice della norma: i “precedenti” non mancano e la gravità della situazione alla quale si è inteso porre rimedio lo giustifica.

GIURISPRUDENZA TRIBUTARIA

Marzo 2021

La prova della consapevolezza della frode IVA spetta al Fisco - di Giuseppe Verna

Ineccepibile è l’ordinanza della Suprema Corte n. 2483/2020 che, a fronte della richiesta del prestatore di servizi al committente d’intestare la fattura ad altro soggetto, conferma l’indetraibilità dell’IVA, atteso che l’operazione è senza dubbio soggettivamente inesistente.Come spesso accade, da sentenze favorevoli all’Amministrazione finanziaria, si ricavano criteri - nel caso di specie ben tre - invocabili dal contribuente nella cui sfera di conoscenza non sono entrati elementi di sospetto sull’irregolarità fiscale dell’operazione.

BOLLETTINO TRIBUTARIO

Febbraio 2021

Onere dell'Amministrazione finanziaria di provare la conoscenza effettiva nel cedente che il cessionario era un falso esportatore abituale - Commissione prov. di Reggio Emilia 30 settembre 2019, n. 205 con nota di Giuseppe Verna