Covid-19 Alert

27 Aprile 2020

INFO FLASH N. 18/2020

DAL 4 MAGGIO SI ALLENTA IL LOCKDOWN E RIPARTONO INDUSTRIA, EDILIZIA E COMMERCIO ALL'INGROSSO.

1) Sono mantenute le misure restrittive (spostamenti consentiti nell’ambito della stessa Regione se motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, divieto di assembramento, ecc.) con alcune concessioni, tra cui: le visite a parenti (purché nella stessa Regione), l’apertura dei parchi, lo svolgimento di attività motoria o sportiva all’aperto. Gli spostamenti tra diverse Regioni potranno intervenire solo per motivi di salute, lavoro ed assoluta urgenza. E’ generalmente richiesto il rispetto del distanziamento interpersonale, sono obbligatorie le mascherine nei luoghi confinati aperti al pubblico e l’autocertificazione, che sarà integrata con le nuove causali.

2) E’ previsto un monitoraggio costante, a livello regionale, della situazione epidemiologica con reintroduzione del lockdown in caso di sforamento di “soglie di sicurezza” determinate del Ministero della Salute.

3) Sono consentite, rispettando i noti rigidi protocolli di sicurezza (all. 5 al dpcm), senza novità rispetto al DPCM del 10 aprile, le attività commerciali al dettaglio comprese nell’allegato 1), le attività di edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie nonchè di bar e ristoranti per la consegna a domicilio e l’asporto.

4) Nessuna novità in relazione alle attività consentite inerenti i servizi alla persona (all. 2).

5) Restano garantiti i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l'attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

6) Sono consentite le attività produttive industriali e commerciali comprese nell’allegato 3), con l’obbligo di rispettare (da subito per le imprese già in attività) il protocollo sottoscritto in materia di sicurezza sul lavoro il 24 aprile 2020 (all. 6); lo specifico protocollo del 24 aprile relativo alla sicurezza nei cantieri (all.7); lo specifico protocollo del 20 marzo in materia di sicurezza del trasporto pubblico (all. 8). Le imprese che riprendono la loro attività dal 4 maggio possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dal 27 aprile. Per le attività ancora sospese è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l'accesso ai locali aziendali di dipendenti o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, conservative e di manutenzione, gestione di pagamenti e pulizia, nonchè per la spedizione di merci giacenti in magazzino e la ricezione in magazzino di beni.

7) Sono confermate le disposizioni in materia di ingresso in Italia, transiti e soggiorni di breve durata in Italia e in materia di navi da crociera.

8) Si continuano ad applicare le misure di contenimento più restrittive adottate dalle Regioni relativamente a specifiche aree del proprio territorio.

Inoltre, una nota dei Ministeri dello sviluppo economico, della salute e dei trasporti ha chiarito che è possibile inviare la comunicazione ai Prefetti, ai sensi dell’art, 2, co.7, DPCM 10 aprile, per la prosecuzione delle «attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale», non solo in relazione ai settori coperti dalla normativa sul golden power ma anche a «quelle attività produttive orientate in modo prevalente alle esportazioni, il cui prolungamento della sospensione rischierebbe di far perdere al nostro paese quote di mercato», nonché alle attività nel settore delle costruzioni per «scongiurare il rischio di dissesto idrogeologico del territorio e relative ai settori dell'edilizia residenziale pubblica, dell'edilizia scolastica e dell'edilizia penitenziaria».

Torna